Home > Come scegliere il giusto tablet per studiare
gallery tablet studio

Come scegliere il giusto tablet per studiare

Il tablet è un dispositivo davvero utile e versatile, da utilizzare per navigare su internet, vedere film e serie TV in streaming, giocare o lavorare. Tuttavia una delle applicazioni migliori è l’ambito scolastico, infatti si rivela un ottimo assistente per prendere appunti, scaricare eBook e libri in formato digitale, studiare e usare programmi di supporto per le lezioni. Le possibilità sono veramente numerose, per portare il materiale accademico sempre con sé.

In commercio si possono trovare tantissimi modelli differenti, con tavolette Android e iOS, apparecchi compatti più maneggevoli o dotati di uno schermo più grande per non sforzare la vista, con dispositivi più economici e altri più esclusivi e avanzati. Naturalmente è importante comprare un device con un buon rapporto qualità-prezzo, considerando le proprie esigenze e il tipo di attività da svolgere. Ecco alcuni suggerimenti utili per capire come scegliere il tablet giusto per studiare.

Dimensioni e qualità dello schermo

Uno degli aspetti principali nella scelta di un tablet per studenti è senza dubbio il display, l’elemento più importante di una tavoletta. Sul mercato sono disponibili schermi di varie dimensioni, tuttavia quelli più comuni e diffusi sono da 7 e 8 pollici per i tablet più piccoli e compatti, simili a un grande smartphone. In alternativa ci sono modelli con monitor da 10 o 12 pollici, una soluzione perfetta per garantire una visione nitida e dettagliata, con una configurazione che ricorda quasi quella di un pc portatile.

Per quanto riguarda la qualità video esistono diverse opzioni, tra cui quella più economica e affidabile è rappresentata dai display con pannello LCD a cristalli liquidi, con una luminosità che non risente della luce ambientale quando ci si trova all’esterno. Altrimenti ci sono gli schermi OLED e AMOLED, fino all’evoluzione proposta dai tablet Samsung del Super AMOLED. Questa tecnologia offre un’alta qualità d’immagine, un contrasto elevato e un minore consumo energetico, ma sono più costosi e se esposti alla luce del sole la definizione ne risente un po’.

Ovviamente bisogna dare un’occhiata alla risoluzione dello schermo, con molti prodotti che vengono proposti con lo standard HD (1280x720 pixel), per arrivare ai device di fascia medio/alta con definizione Full HD (1920x1080 pixel) o QHD (2560x1440 pixel). Di norma una risoluzione HD è più che sufficiente per lo studio, mentre per utilizzare il tablet anche per assistere a film e serie TV è consigliabile optare per un device con display Full HD, in assoluto il più bilanciato e versatile adatto a qualsiasi tipo di finalità.

Sistema operativo

Il settore dei tablet presenta due tipi di sistema operativo, Android e iOS. Il primo è il programma di Google compatibile con tantissime app gratuite del Play Store, è facile da usare, ma richiede l’installazione di un buon antivirus. Al contrario iOS è il sistema operativo di Apple inserito all’interno degli iPad, un software efficiente che garantisce un’ottima protezione da virus e malware, ma non è possibile personalizzarlo al livello di Android. Alcune tavolette propongono Windows 10, una soluzione ideale per chi usa molto il tablet anche per motivi di lavoro.

Prestazioni hardware e memoria

Quando bisogna scegliere un tablet per studenti è importante tenere conto delle caratteristiche tecniche del processore, dalle quali dipendono le prestazioni del dispositivo. Ad esempio alcuni device montano una CPU quad-core, mentre altri mettono a disposizione processori più potenti con una configurazione octa-core e una velocità in frequenza più elevata per garantire alte performance. Con quest’ultimi si possono eseguire applicazioni pesanti, come programmi grafici, giochi e software di progettazione.
 
Dopodiché è fondamentale considerare la capacità di archiviazione dati del tablet, controllando le informazioni sulla memoria della tavoletta. La RAM è utile per gestire più applicazioni contemporaneamente, mentre per il supporto dei programmi e il salvataggio di file è necessaria una memoria interna adeguata. Di solito vengono proposte opzioni a 8, 16 e 32 GB, tuttavia è indispensabile contare su una memoria espandibile, in questo modo si può aumentare lo spazio con un hardware esterno o una microSD.

Connettività

Il tablet è un dispositivo da usare sia in luoghi chiusi, in cui molto probabilmente è presente una connessione internet wireless, sia fuori dove sarà indispensabile collegarsi a una rete mobile. Non tutti i device supportano la connessione mobile, infatti esistono sia modelli con modulo Wi-Fi esclusivo, per il solo collegamento in modalità wireless, sia dispositivi con uno slot per le schede SIM. Quest’ultima configurazione consente di connettersi alle reti 4G, a seconda della compatibilità, fino ad arrivare al supporto per il 5G proposto da alcuni tablet più moderni ed esclusivi.

La scelta è vincolata alle proprie necessità, infatti se si usa l’apparecchio soprattutto in casa e in luoghi provvisti di connessione Wi-Fi va benissimo una tavoletta tradizionale, in alternativa per adoperare il tablet anche in mobilità usufruendo di un collegamento internet non rimane che comprare un prodotto con supporto per le reti mobili. Infine bisogna guardare anche il tipo di Bluetooth presente, preferendo se possibile lo standard di quinta generazione, oltre al GPS per una localizzazione precisa che migliora alcuni servizi come Google Maps e Waze.

Funzionalità e accessori

Ogni tablet propone delle funzionalità specifiche, alcune delle quali non sono molto utili per lo studio, tuttavia possono far comodo per altri utilizzi del dispositivo. Si tratta ad esempio delle fotocamere integrate, della qualità del sistema audio con speaker incorporati più o meno potenti, oppure della presenza di sistemi per la sicurezza come il lettore di impronte digitali o il riconoscimento del volto. Non meno importante è la capacità della batteria, la quale deve essere in grado di garantire un’autonoma adeguata, meglio ancora se compatibile con i sistemi di ricarica rapida e wireless.

Nello scegliere un tablet per studenti è necessario verificare se il dispositivo supporta accessori come il pennino digitale, in questo modo si può usare la tavoletta per scrivere appunti, creare disegni grafici e aiutarsi nello studio con note e indicazioni da inserire nel testo. Infine è possibile optare per device classici con struttura fissa, oppure per modelli convertibili con rivestimento ripieghevole, i quali possono trasformarsi in un pc portabile collegando una tastiera e posizionando lo schermo verticalmente.

I migliori tablet per studiare Android e iOS

Considerando le caratteristiche indicate per la scelta della tavoletta, vediamo due dei migliori tablet per studiare. Per quanto riguarda i device Android tra i dispositivi più apprezzati c’è il Samsung Galaxy Tab S5E, equipaggiato con un display Super AMOLED da 10,5 pollici, un processore octa core con memoria da 64 GB espandibile fino a 512 GB, supporto per la connettività Wi-Fi e 4G LTE. L’azienda coreana propone il collegamento Bluetooth 5.0, il supporto per i comandi vocali con l’assistente virtuale Bixby e la piattaforma Samsung Dex.

Tra i migliori tablet iOS, invece, uno dei prodotti più gettonati è senz’altro l’iPad 10.2 128 GB della Apple, un dispositivo perfetto per lo studio e il tempo libero. Questo device mette a disposizione un ottimo schermo Retina da 10,2 pollici, l’efficiente sistema operativo iPadOS e una generosa memoria d’archiviazione di 128 GB, con processore A10 Fusion e fino a 10 ore di autonomia. Ovviamente non mancano due fotocamere con sensori da 8 e 1,2 MP, il rilevamento delle impronte digitali con Touch ID, l’integrazione dell’assistente vocale Siri e del sistema di pagamento contactless Apple Pay.

Non sai quale tablet scegliere? Vai nel negozio Fastweb più vicino a te e scopri dal vivo tutte le caratteristiche dei migliori tablet per studiare.