Home > Come spostare le app sulla scheda SD
spostare app scheda sd

Come spostare le app sulla scheda SD

Nonostante l’incremento costante della memoria, negli smartphone moderni il numero di applicazioni cresce continuamente, occupando quasi tutto lo spazio disponibile. Ciò comporta un rallentamento delle prestazioni del telefono, senza contare che non si possono scaricare altre app, video o file di vario genere. Le soluzioni possibili sono due: rimuovere alcune applicazioni oppure capire come spostare le app su SD.

Le schede SD o microSD sono dei supporti di memoria, da collegare al device per usufruire di una capacità di archiviazione superiore. In questo modo è possibile spostare alcune risorse dalla memoria del cellulare a quella della scheda SD, liberando spazio all’interno del dispositivo. Vediamo come trasferire le app su SD in maniera tradizionale, attraverso i permessi di root e come scaricare le app direttamente sulla scheda di memoria.

Quali app si possono trasferire su una scheda SD o microSD?

All’interno del proprio smartphone Android non tutte le app sono uguali, infatti alcune applicazioni sono considerate più importanti di altre, indispensabili al corretto funzionamento del dispositivo. Per questo motivo senza i permessi di root, ovvero le autorizzazioni di amministratore per eseguire modifiche sostanziali nel telefono, le app che si possono spostare sono limitate.

Ovviamente il tipo di applicazioni trasferibili senza root è diverso su ogni device, perciò prima di procedere bisogna verificare all’interno delle impostazioni del telefono. Altrimenti bisogna ottenere i permessi di root, in questo modo è possibile effettuare qualsiasi operazione senza particolari restrizioni, come vedremo nei paragrafi successivi. In entrambi i casi è consigliabile fare sempre un backup dei file, per evitare qualsiasi rischio durante l’intervento. 

Come trasferire app su SD senza root

Per trasferire le app su una SD o microSD bisogna innanzitutto inserire la scheda di memoria, collocandola nell’apposito scompartimento laterale. Dopodiché è necessario accedere alle impostazioni generali del telefono, scegliere la voce App o Gestione applicazioni, quindi selezionare le app che si desidera spostare e cercare l’opzione Sposta in scheda SD

L’intervento è abbastanza rapido, tuttavia dipende dal numero e dalle dimensioni delle applicazioni da trasferire. Una volta concluso apparirà la dicitura Sposta nel telefono, segno che l’operazione è andata a buon fine e le app sono state salvate sulla scheda di memoria esterna. Naturalmente è possibile riportarle all’interno del device, basta ripetere la procedura al contrario, ad esempio per liberare la scheda SD prima di rimuoverla dal dispositivo.

Come spostare app su scheda SD con i permessi di root

In alcuni cellulari non è possibile installare app su SD, ciò perché, come abbiamo accennato, questa funzione è limitata agli amministratori di sistema. In questi casi bisogna dunque forzare il telefono, eseguendo il trasferimento attraverso i permessi di root. Per farlo è necessario sbloccare il bootloader Android, installare una recovery personalizzata e configurare i file del root.

Una volta effettuata questa procedura bisogna impostare la scheda di memoria SD (o microSD), affinché diventi una vera e propria estensione della memoria interna dello smartphone. L’operazione da realizzare è la partizione della scheda SD, con la quale si possono organizzare le risorse, scegliendo dove collocare i vari file. L’esecuzione della partizione si può effettuare collegando la SD a un pc Windows o Mac, utilizzando la funzionalità Gestione disco, oppure con un’app per Android come MiniTool Partition Wizard.

In entrambi i casi è possibile creare le partizioni all’interno della scheda di memoria, selezionando per ognuna il file system, il nome, le dimensioni e la posizione. Il passo successivo prevede il trasferimento delle app su SD, usando l’app Link2SD scaricabile gratuitamente su Google Play Store. Poi è necessario dare i permessi di amministratore (root), quindi basta aprire l’app e scegliere quali app spostare sulla scheda SD.

Come scaricare app direttamente su SD

Oltre alla possibilità di spostare le app sulla scheda di memoria, con le SD è possibile scaricare direttamente le app all’interno di questi supporti d’archiviazione aggiuntivi. Ciò consente di eseguire il download delle applicazioni, anche quando lo spazio nella memoria del telefono è esaurito. Inoltre, si evita il passaggio all’interno del device, per installare subito le app nella SD senza doverle trasferire in un secondo momento.

Alcuni smartphone permettono di farlo anche senza i permessi di root, sfruttando le funzionalità native del dispositivo, indicando la SD come se fosse una vera e propria memoria esterna, operazione consentita a partire dal sistema operativo Android 6.0 Marshmallow. Purtroppo, bisogna considerare anche i rischi di tale modifica, in quanto le prestazioni dello smartphone potrebbero peggiorare, inoltre non sarà possibile rimuovere la SD altrimenti non si potranno avviare le app in essa contenute.

Per scaricare app direttamente su SD è necessario inserire la scheda nel telefono, entrare nell’opzione set up e scegliere la dicitura Use as internal storage (usala come memoria interna). A questo punto verrà realizzata la formattazione della scheda SD, perciò è fondamentale che non contenga dati che non si vogliono perdere. D’ora in poi si potrà decidere se installare le nuove app sulla memoria del dispositivo o sulla scheda SD.

Quali sono i rischi nello spostamento di app su SD

Le schede SD sono dei supporti di memoria utili per aumentare la capacità d’archiviazione del proprio smartphone, tuttavia bisogna prestare attenzione soprattutto quando di trasferiscono applicazioni importanti di sistema. Per altri tipi di file, come foto, video, documenti e musica non ci sono particolari rischi, infatti è possibile impiegare senza problemi una scheda SD o microSD, per liberare risorse utili nella memoria interna del telefono.

Alcune app invece sono più delicate, poiché la loro rimozione e il successivo spostamento nella SD potrebbe creare alcuni malfunzionamenti. Di norma, infatti, ogni sviluppatore definisce dove sia più adeguato installare l’app, perciò quando si esegue il download sul Play Store di Google la posizione è predefinita. Forzare l’installazione sulla SD, quando invece viene indicata come preferenza la memoria interna del telefono, potrebbe comportare l’instabilità dell’applicazione e di alcune funzionalità del device.

Non tutte le app sono uguali, dunque se per alcune ciò non comporta nessun rischio, per altre applicazioni è potenzialmente dannoso trasferirle dalla memoria interna dello smartphone alla SD. Nella migliore delle ipotesi potrebbe avvenire un semplice rallentamento delle performance, fino ad arrivare al malfunzionamento dell’app e di alcune funzioni del telefono. Per evitare rischi del genere è consigliabile rispettare le indicazioni degli sviluppatori, spostando sulla SD soltanto quelle app per cui l’operazione è consentita e prevista. 

Hai dubbi su come spostare le app sulla SD? Trova il negozio Fastweb più vicino a te e chiedi assistenza agli esperti in negozio.