Home > Cos’è e a cosa serve il tasto WPS del Wi-Fi
wps wifi

Cos’è e a cosa serve il tasto WPS del Wi-Fi

Le connessioni internet Wi-Fi domestiche rappresentano senz’altro un passo in avanti, infatti offrono un modo semplice e pratico per gestire il collegamento di rete in casa dei propri dispositivi. Connettere device come smartphone, pc, stampanti e smart TV senza filo è veramente facile, basta inserire la password e salvare l’identificazione per velocizzare gli accessi successivi, i quali avverranno in modo automatico.

Uno dei temi principali negli ultimi anni è quello della sicurezza informatica, un problema serio che riguarda soprattutto le connessioni wireless. Ad esempio i router moderni dispongono del pulsante WPS, un sistema con il quale è possibile collegare i dispositivi che supportano tale protocollo senza inserire il codice di identificazione, una soluzione rapida e molto apprezzata da gestire con attenzione. Vediamo come funziona il WPS del Wi-Fi, a cosa serve e quali sono pro e contro di questa tecnologia.

WPS: cos’è?

La sigla WPS (Wi-Fi Protected Setup) è uno standard di sicurezza per le reti di connessione wireless, un sistema con il quale è possibile migliorare la protezione dei collegamenti internet, ottimizzando la comunicazione tra il router e i dispositivi ad esso collegati. Si tratta di un protocollo avanzato, per questo motivo non è presente sulle reti di vecchia generazione, ma è disponibile soltanto sulle nuove connessioni Wi-Fi.

In particolare il WPS è integrato alle reti internet wireless protette da password, quindi è supportato da tutti i sistemi crittografici di tipo WPA, WPA2 e WPA3 (Wi-Fi Protected Access). Quest’ultimo è un’evoluzione dei protocolli precedenti, un avanzamento rispetto agli standard WEP e WPA. La sua presenza consente di definire gli utenti autorizzati all’accesso alla rete wireless, attraverso un sistema di sicurezza superiore.

Come funziona il tasto WPS del Wi-Fi

Come abbiamo visto il WPS è una funzionalità che semplifica l’acceso alle connessioni wireless, per garantire un collegamento automatico e sicuro a tutti i dispositivi collegati simultaneamente alla stessa connessione internet Wi-Fi. Ciò è evidente quando si connette un device al router, infatti per finalizzare l’operazione è indispensabile conoscere due informazioni, il nome della rete e la password di sicurezza.

Il WPS del Wi-Fi serve proprio per questa finalità, il cui compito è semplificare questa procedura. Nei router di ultima generazione è presente il tasto del WPS, un pulsante che permette se premuto di localizzare tutti i dispositivi presenti nel raggio d’azione della rete. A questo punto è possibile scegliere la connessione internet alla quale si desidera connettersi, per eseguire il procedimento in modo automatico senza dover inserire il codice di sicurezza.

Si tratta dunque di una funzionalità per il collegamento rapido dei device alla connessione Wi-Fi, un’opzione davvero utile per connettere una serie di apparecchi a internet, ad esempio stampanti, smart TV e lettori Blu-ray. Ovviamente bisogna fare attenzione durante questa fase, poiché l’attivazione del sistema consente ai dispositivi con WPS di ottenere la password di accesso alla rete, la quale verrà memorizzata per i collegamenti futuri.

In alternativa è possibile utilizzare una funzione nativa dei router moderni, i quali sono in grado di generare un codice di accesso di 8 caratteri in maniera automatica. Alla richiesta di collegamento, se il device in questione supporta il protocollo WPS, basterà inserire il PIN per connettere il dispositivo alla rete wireless, password visualizzabile all’interno della schermata di configurazione del router.

Come attivare il WPS Wi-Fi

La procedura semplificata per la connessione di dispositivi alla rete Wi-Fi di casa, velocizzando questo processo e rendendolo automatico a partire dal secondo accesso, dipende da due requisiti fondamentali. Innanzitutto il router deve essere dotato del tasto per l’attivazione del WPS, un piccolo pulsante situato di solito dietro l’apparecchio. Allo stesso tempo il device che vogliamo collegare deve anch’esso supportare lo standard WPS, oppure possedere il medesimo bottone di attivazione.

In tal caso è possibile procedere, basta premere il pulsante WPS sul router e quello sul dispositivo da connettere, per poi attendere qualche minuto affinché i due apparecchi possano localizzarsi ed entrare in comunicazione. A questo punto saranno sufficienti pochi istanti per il completamento dell’operazione, con il device che sarà dunque collegato alla rete wireless, senza bisogno di inserire manualmente la password di accesso.

Lo stesso procedimento può essere eseguito su dispositivi che non hanno il tasto WPS, ma che supportano tale tecnologia. A differenza del processo precedente, qui basta attivare il WPS del router e avviare la medesima funzionalità sul device tramite software. Questa funzionalità è presente di norma nel programma di configurazione dell’apparecchio, ad esempio nelle impostazioni di rete degli smartphone o in quelle dei pc Windows.

Come usare il WPS su Android

Una delle situazioni più comuni per l’uso del WPS è il collegamento dello smartphone alla rete Wi-Fi di casa. Il sistema è supportato da tutti i device Android fino alla versione 9 Pie, sui quali basta entrare all’interno delle Impostazioni, aprire la sezione riservata alle configurazioni di rete, quindi selezionare l’opzione Wi-Fi, continuare con la voce Avanzate e scegliere la dicitura Pulsante di comando WPS o indicazioni simili a seconda del modello di smartphone.

L’uso massiccio della tecnologia WPS può mettere a rischio la connessione internet, poiché la password viene memorizzata da una serie di dispositivi. È evidente che in caso di malware, attacchi hacker e furti del device il malintenzionato potrebbe entrare in possesso dei codici di accesso alla propria connessione wireless. Per questo motivo su Android 10 è stata eliminata questa funzione, sostituita da un sistema che richiede l’uso di un altro device Android e della tecnologia QR Code.

Come usare il WPS Wi-Fi su iPhone

Purtroppo la funzionalità WPS non è supportata da iPhone, nemmeno dagli altri dispositivi iOS della Apple, perciò per connettersi alla rete wireless è indispensabile eseguire il procedimento classico, quindi inserendo manualmente la password di accesso. Tuttavia a partire dalla versione iOS 13, presente di base a partire dall’iPhone 11, c’è l’omologazione con il nuovo standard di sicurezza delle connessioni internet wireless WPA3.

WPS del Wi-Fi: quali sono i rischi per la sicurezza

Senza dubbio il tasto WPS è una funzionalità comoda, con la quale collegare rapidamente i dispositivi che supportano questo protocollo senza digitare la password di autenticazione. Allo stesso può rappresentare un rischio per la sicurezza, in quanto mentre è attivo qualsiasi device nel raggio d’azione della rete wireless possono collegarsi senza conoscere i codici di login, sfruttando l’occasione per navigare a nostra insaputa o intrufolarsi all’interno dei nostri sistemi.

Per questo motivo è importante limitare l’uso del pulsante WPS e utilizzare laddove possibile dei codici PIN temporanei, per aumentare la protezione della rete durante questo momento in cui è esposta. Allo stesso modo bisogna sempre proteggere tutti gli apparecchi elettronici con antivirus di buona qualità, per rilevare la minaccia immediatamente e prendere i dovuti accorgimenti, preferendo i router compatibili con gli standard WPA2 o WPA3.

Per ulteriori dettagli vieni a trovarci nei nostri Store.