Home > Wi-Fi 6: cos’è e cosa cambierà
wifi 6

Wi-Fi 6: cos’è e cosa cambierà

Nonostante siamo abituati a chiamarlo semplicemente Wi-Fi, lo standard per le reti wireless attuale è un protocollo di codifica di quinta generazione, ovvero il Wi-Fi 5 802.11ac. Questo sistema è stato lanciato nel 2013, ed è presente nei moduli dei nostri dispositivi elettronici, in grado di sostenere una velocità di connessione fino a 3,5 Gbps nella banda a 5 GHz.

Tuttavia è in fase di ultimazione l’ufficialità del nuovo standard Wi-Fi 6 802.11ax, con il quale si darà il via a un mondo completamente nuovo per il settore digitale. Questa evoluzione delle connessioni wireless garantirà una velocità superiore, una maggiore densità di device collegati allo stesso tempo, senza contare l’integrazione con il 5G per la costruzione delle smart city del futuro. Vediamo cos’è il Wi-Fi 6 e cosa cambierà con questa nuova tecnologia.

Cos’è il Wi-Fi 6

Il Wi-Fi 6 rappresenta la nuova generazione per le connessioni wireless, uno standard evoluto con il quale potremo usufruire di prestazioni internet elevate. Questo protocollo andrà gradualmente a sostituire quelli precedenti, tra cui il più diffuso al momento è il Wi-Fi 5. Quest’ultimo è basato sul sistema 802.11ac, una sigla piuttosto comune indicata di produttori di dispositivi wireless per garantire la compatibilità con le reti.

Con il Wi-Fi 6 lo standard compie un ulteriore evoluzione e passa al sistema 802.11ax, già presente in alcuni device di fascia alta più moderni e sofisticati. Questa trasformazione è il frutto del lavoro dello IEEE, l’Institute of Electrical and Electronics Engineers, un’associazione internazionale che raggruppa dei professionisti altamente specializzati, i quali propongono nuove soluzioni per il settore tecnologico.

Il nome Wi-Fi 6 indica appunto lo standard per le connessioni wireless di sesta generazione, un rinnovamento reso necessario dall’arrivo delle nuove tecnologie nell’ambito delle reti Internet. In particolare l’upgrade è diventato indispensabile per supportare le connessioni 5G, una vera e propria rivoluzione in andamento nel nostro Paese, con Fastweb che è uno dei principali operatori in campo nell’implementazione delle nuove reti ad altissime prestazioni.

Come funziona il Wi-Fi 6

Come abbiamo visto il Wi-Fi 6 è uno standard, un protocollo che consente di omologare le tecnologie di connessione presenti all’interno dei dispositivi collegabili alla rete senza filo, per garantire che le prestazioni siano in grado di sostenere le performance richieste dal 5G e dalle nuovi soluzioni. I punti cruciali sono un maggior numero di device connessi tramite sistema wireless, con una velocità di comunicazione dati di gran lunga superiore a quella attuale.

Il nuovo sistema di codifica, che sarà inserito nei modulo Wi-Fi di smartphone, smartwatch, smart TV e di ogni altro apparecchio wireless, potrà assicurare il trasferimento di 10 bit di dati in maniera simultanea, contro un livello attuale di 8 bit del Wi-Fi 5. La velocità del Wi-Fi 6 sarà dunque fino a 9,6 Gbps, un valore impressionante se paragonato con quello odierno di 3,5 Gbps di picco massimo.

Questo dato significa che lo standard per le reti wireless di sesta generazione garantirà una velocità del 25% in più alta. Inoltre verrà mantenuto il sostegno per l’opzione MU-MIMO (Multi User Multiple Input and Multiple Output), una funzionalità che nei router moderni permette di collegare allo stesso tempo più dispositivi alla rete Wi-Fi. Tuttavia si potrà supportare un numero maggiore di stream con le opzioni multi-band.

Gli stream sono dei pacchetti di dati inviati da un device all’altro, mentre le bande rappresentano i canali di frequenza ai quali i dispositivi vengono sintonizzati per collegarsi tra di loro. Alcuni apparecchi sono già Dual Band, quindi possono sincronizzarsi sulla banda di frequenza a 2,4 GHz o a 5 GHz, mentre con il Wi-Fi 6 gli stream supportati saranno più numerosi e avranno un’ampiezza di segnale più grande, passando da 80 MHz a 160 MHz.

Cosa cambia con il Wi-Fi 6

Le novità introdotte dallo standard Wi-Fi 6 saranno senza precedenti, soprattutto se considerate con le prestazioni delle nuove connessioni internet superveloci 5G. Innanzitutto ci sarà la certificazione della banda a 6 GHz, che si andrà ad aggiungersi alle due già esistenti e utilizzate oggi. Inoltre i router Wi-Fi 6 potranno generare fino a 8 stream attraverso la funzionalità MU-MIMO, per connettere 8 dispositivi simultaneamente su bande diverse.

In termini pratici il nuovo protocollo per le reti wireless permetterà di ottenere connessioni più rapide, efficienti e potenti, aprendo la strada alla diffusione di nuove applicazioni e servizi sia nell’ambito dell’intrattenimento sia nel settore business. Un altro vantaggio del Wi-Fi 6 è il supporto per un numero elevato di device, con una densità più alta dispositivi connessi rispetto a quella delle reti wireless e LAN tradizionali.

In questo modo si potranno potenziare le connessioni e le tecnologie già esistenti e in uso, aumentandone le prestazioni, ma soprattutto aprire la strada all’IoT e a tutte le innovazioni pronte a cambiare la nostra società, dalla smart home alla robotica fino alle auto a guida autonoma. Le connessioni saranno quindi sempre più di tipo wireless, con una latenza ridotta, una coperta più ampia e minori rischi di sovraccarico delle reti.

Un aspetto da non sottovalutare è l’ottimizzazione dei consumi energetici, un traguardo importante considerando che già oggi ci sono quasi 15 miliardi di device collegati in modalità wireless, ma nel 2021 saranno oltre 22 miliardi. Adesso il router Wi-Fi invia segnali e i dispositivi rimangono sempre in attesa, anche quando non ricevono nessun pacchetto dati, mentre con il Wi-Fi 6 e la tecnologia TWT (Target Wake Time) la trasmissione viene coordinata per attivare soltanto gli apparecchi in comunicazione.

Wi-Fi 6 e 5G: la rivoluzione in arrivo

Lo standard Wi-Fi 6 e il 5G sono tecnologie che andranno a integrarsi alla perfezione, per sfruttare appieno le potenzialità delle connessioni wireless di ultima generazione e delle reti internet mobili ultraveloci. Questi due sistemi garantiranno prestazioni elevate in ogni condizione, con il Wi-Fi 6 in casa e al lavoro, il 5G quando stiamo fuori e in macchina, oppure entrambi insieme durante il lavoro da remoto con lo smart working e i servizi cloud.

Questa trasformazione coinvolgerà tutti i settori, privato, business e pubblico, con un impatto notevole nell’evoluzione tecnologica e nella digitalizzazione dei servizi. L’implementazione delle due soluzioni consentirà sviluppi mai visti prima in diversi campi, come l’industria, l’educazione, la salute, l’energia e ovviamente anche per i consumatori, con esperienze del tutto nuove per lo shopping online, la navigazione e l’intrattenimento.

Per ulteriori dettagli vieni a trovarci nei nostri Store.